Scaricare Fortnite

Fortnite

CategorÍa Apps
Fortnite - Le ultime applicazioni e Giochi

Chi non ha mai sentito parlare di Fortnite, il famoso gioco, sviluppato da Epic Games a partire dal 2011 e rilasciato come free-to-play nel 2017? Uno sparatutto in ambiente post apocalittico, in cui l’obiettivo è sopravvivere il più a lungo possibile in un ambiente ostile popolato da zombie e altri mostri. Si gioca online, collaborando in squadre virtuali, in modalità multiplayer o da soli. Nei primi mesi del 2018 vengono rilasciate le applicazioni per dispositivi mobili con sistema operativo Android e iOs. Da quel momento, gli incassi di Fortnite, che derivano dalle microtransazioni in app, hanno superato ogni altro concorrente della stessa categoria.

Il gioco si articola in due modalità distinte, con lo stesso motore di gioco: Save the World e Battle Royale.

Save the World. I pochi sopravvissuti alla catastrofe globale che ha colpito la terra combattono contro le creature che l’hanno invasa, zombie e mostri alieni. Collaborando con altri giocatori bisogna far fronte agli avversari e completare delle missioni, come per esempio costruire fortificazioni, armi e trappole per i nemici. Il gioco si divide in missioni, con una fase iniziale di esplorazione della mappa durante la quale dovremo, in gruppi da 4 giocatori, recuperare risorse e raccogliere i superstiti con l’obiettivo di salvarli.

Battle Royale. Dalla sua release ad oggi ha avuto un incredibile successo di pubblico. Stiamo parlando di qualcosa come 100 milioni di giocatori, con statistiche che hanno superato qualunque altro titolo della stessa categoria.

Caratteristiche del gioco. In sé la trama del gioco non presenta nulla di nuovo: una squadra di 100 giocatori armati solo di un piccone ciascuno sorvola una zona di gioco e ogni giocatore decide dove e quando buttarsi per iniziare il proprio percorso. Esplorando la zona di gioco ognuno dovrà trovare armi ed equipaggiamenti, difendendosi dagli altri giocatori mentre intorno si scatena la “tempesta” che ha decimato la popolazione mondiale. I giocatori, con il piccone, possono rompere qualunque cosa per ottenere materiali con cui costruire i rifugi.  Con l’avanzare del gioco la tempesta provoca sempre più danni e limita l’area sicura, che continua a restringersi costringendo i giocatori a combattere gli uni contro gli altri. Il giocatore che sopravvive a tutti gli altri è il vincitore della partita.

Più interessanti sono le abilità che ci vengono richieste dalla dinamica piuttosto varia del gioco: gestione particolarmente sapiente delle risorse, combattimento e strategia nel costruire strutture e armi.

Ogni personaggio ha abilità specifiche e caratteristiche uniche, sono moltissimi i parametri da tenere d’occhio nello svolgimento della partita per arrivare a costruire un rifugio sicuro nel minor tempo possibile. Talmente tanti che, soprattutto all’inizio, possono risultare troppi! Battle Royale si articola in stagioni, dove ogni stagione dura circa 70 giorni ed è caratterizzata da un Pass Battaglia che contiene personaggi e oggetti a scopo unicamente ludico. Mentre Save the World prevede la modalità Player vs Environment (giocatore contro l’ambiente – cioè ognuno gioca contro l’intelligenza artificiale che rappresenta l’intorno di gioco), Battle Royale prevede la modalità Player vs Player (Giocatore contro Giocatore).

L’aspetto grafico non è da sottovalutare, simpatico e poco drammatico, una sorta di cartoon autoironico e leggero, completamente differente dallo stereotipo del videogame sparatutto a cui eravamo abituati. 

Ci sono degli aspetti che risultano un poco bizzarri e a volte rallentano il gioco. Il reperimento delle risorse, ad esempio, può diventare un esercizio inutilmente lungo e monotono. Nell’utilizzo delle armi da fuoco i proiettili sono ovviamente limitati in numero, ma ottenerne di nuovi non è affatto semplice. Inoltre, anche le armi stesse si possono rompere o distruggere! Lunghe ore di gioco ci aspettano allora per poterle ricostruire e riprendere ad utilizzarle!

Se non avete mai provato questo gioco e volete farlo, provate a scaricare l’ultima versione. Vi consigliamo di controllare la compatibilità dei sistemi operativi e lo spazio libero necessario per poter giocare. E attenzione, Fortnite crea dipendenza!

Annuncio
Video
Scrivi il tuo commento
       

Valutaci

       

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *